Ospitale degli Incurabili alle Zattere

0
474
Campiello drio agli Incurabili - Dorsoduro

Ospitale degli Incurabili alle Zattere Ospedale soppresso

Storia dell’ospedale

L’ospitale, con prossimo oratorio, si fondò nel 1522 per gli affetti da male venereo, presunto allora incurabile. Dal 1566 al 1600 si cambiò l’oratorio in una chiesa più vasta, dedicata alla Trasfigurazione di Nostro Signore, sopra disegno del Sansovino, eseguito dal Da Ponte, che scolpi pure la porta dell’ospitale, rifabbricato, come si crede, nel 1572. In esso, col volgere degli anni, si ricoverarono, oltre gli infermi, anche orfanelli ed orfanelle, le quali si educavano nelle discipline musicali, ed eseguivano i tanto decantati oratori.

Questo edificio si destinò nel 1807 ad Ospitale Civico, e nel 1819 a caserma. Allora fu chiusa la chiesa (che esisteva ove oggidì si apre il cortile) e fatta deposito dei materiali del Genio Militare. In seguito, fra il marzo ed il maggio del 1825, venne spogliata dei marmi, degli altari e dei suoi dipinti, fra cui ve ne erano del Giorgione, del Varottari, del Tintoretto, di Paolo Veronese, dell’Aliense, e del Peranda. Finalmente nel 1831 si atterrò del tutto. (1)

(1) GIUSEPPE TASSINI. Edifici di Venezia. Distrutti o vòlti ad uso diverso da quello a cui furono in origine destinati. (Reale Tipografia Giovanni Cecchini. Venezia 1885).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.