Madonna in trono col Bambino, complesso scultoreo della Chiesa di San Polo

0
230
Madonna in trono col Bambino, complesso scultoreo della Chiesa di San Polo - San Polo

Madonna in trono col Bambino, complesso scultoreo della Chiesa di San Polo

Complesso scultoreo in pietra d’Istria, composto da: un altorilievo raffigurante la Madonna in trono col Bambino tra due santi; sottostante questo un altro altorilievo raffigurante due angeli che reggono una ghirlanda di fiori e frutta con al centro un calice; e soprastante un altorilievo con Cristo dentro un calice. Tutto il complesso è dedicato al Santissimo Sacramento.

Campo San Polo. Chiesa di San Paolo apostolo. Eretta l’anno 837 dal doge Pietro Tradonico e da Giovanni suo figlio. Da essa prese il nome tutto il circostante sestiere di San Paolo. Fu parrocchia fino al 1810, nel qual anno divenne chiesa succursale dei Frari. Si rifece la cappella maggiore nel 1586 dal piovano Antonio Gatta; ma tutto il resto della chiesa era irregolare. Nel 1804 David Bossi la ridusse alla lodevole forma presente. Il restauro fu compiuto nel 1838, mercé lo zelo del vicario di allora prete Francesco Galvani, che poi fu parroco dei Frari. E poco dopo fu consacrata dal patriarca Monica. Di pitture c’è uno sposalizio di Maria di Paolo Veronese. Il Tintoretto colori in due tele l’ultima Cena di Gesù Cristo, e la Vergine Assunta, con vari santi. Cinque quadri di Palma juniore e quattro di Giuseppe del Salviati accrescono decoro a questa chiesa. Inoltre Paolo Piazza ha una predicazione di San Paolo e San Silvestro papa che battezza Costantino. Da ultimo Domenico Tiepolo dipinse la tavola di San Giovanni Nepomuceno e la Via crucis nell’annesso oratorio del Crocifisso. Il campanile fu innalzato nel 1362: e nell’ultimo restauro della chiesa lo si adorno dell’orologio. Varie sono le opinioni storiche sui due antichi leoni scolpiti sulla porta di esso campanile: copiosa materia per gli eruditi. Tre illustri antichissimi parrochi ressero questa chiesa: Vital Michiele, eletto nel 1148 a vescovo di Castello; Lorenzo succeduto al patriarca Tommaso Morosini; e Pantaleone Giustiniani patriarca di Costantinopoli, morto nel 1286. (1)

(1) BERNARDO e GAETANO COMBATTI. Nuova planimetria della città di Venezia. (VENEZIA, 1846 Coi tipi di Pietro Naratovich).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.