Palazzo Amadi ai Tolentini

0
579
Campazzo dei Tolentini - Santa Croce. Luogo dove si ergeva il Palazzo Amadi

Palazzo Amadi ai Tolentini

Tutte le cronache nostre parlano con lode di questo palazzo, che guardava il Rio della Croce, e di cui forse non resta che un avanzo rimodernato. Francesco Amadi l’aveva fatto rinnovare nel secolo XVI, ed ornare di vaghe pitture da celebre artista, fatto venire espressamente dalla corte di Vienna. Il Sansovino ne celebra l’annesso giardino, la raccolta di armi antiche, e quella di musici strumenti. Vi erano di dietro varie case di proprietà della stessa famiglia, a cui si accedeva per un sottoportico. Ma poco prima del 1820, come ricorda il Cicogna, il sottoportico, ed alcune di quelle case andarono demolite. Sopra una di esse si conserva tuttora l’antico stemma degli Amadi. (1)

(1) GIUSEPPE TASSINI. Edifici di Venezia. Distrutti o vòlti ad uso diverso da quello a cui furono in origine destinati. (Reale Tipografia Giovanni Cecchini. Venezia 1885).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.