L’antica farmacia del Convento dei Cappuccini del Redentore, alla Giudecca

0
469
La farmacia dei Cappuccini del Redentore alla Giudecca. Foto dal sito http://ucfi-italia.it/

L’antica farmacia del Convento dei Cappuccini del Redentore, alla Giudecca

Dopo la terribile epidemia di peste del 1576 che colpì la città di Venezia, anche nell’isola della Giudecca fu eretta la chiesa votiva del Redentore e affidatone l’ufficio ai padri Cappuccini; di conseguenza venne anche rinnovato ed ampliato l’annesso convento ed istituita, a spese della Repubblica, una farmacia che avesse il compito di fornire gratuitamente i farmaci ai poveri dell’isola.

Il convento conserva tutt’oggi il vasto patrimonio di vasi e suppellettili, sistemati in una stanza che ricostruisce la struttura originale della vecchia spezieria. Vi sono conservate 61 brocche e 138 albarelli con decorazione policroma a festoni, databili nella prima metà del XVIII secolo, oltre a un numero considerevole di vasetti di vetro.

Il carattere di semplicità e di profondo legame alla tradizione farmaceutica monastica appare poi evidente scorrendo l’elenco delle 59 piante medicinali coltivate nel giardino alla farmacia. L’elenco fu redatto appena un anno dopo la compilazione del “ricettario”, si intitola Indice delle Piante Semplici che esistono nel Giardino addetto alla Farmacia, e mostra una vasta gamma di piante medicinali, ma anche le più necessari e come la belladonna, il giusquiamo, l’elleboro, la nicotiana e la digitale, utilissime per ricavare medicamenti di insostituibile efficacia.

Questo sta indicare che anche il convento dei Cappuccini di Venezia era dotato, come ogni altro convento, di un fornitissimo “orto dei semplici” dove gli speziali monaci si procuravano buona parte delle “materie prime” per confezionare i loro medicamenti. (1)

(1) ERNESTO e MARIA LUISA RIVA. La farmacia del Convento dei Cappuccini di Venezia. (Belluno, 1997)

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: http://ucfi-italia.it/. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.