Il Giardino Botanico di Palazzo Grassi, a Chioggia

0
1560
Il Giardino Botanico di Palazzo Grassi, a Chioggia

Il Giardino Botanico di Palazzo Grassi, a Chioggia

Il palazzo Fu costruito tra il 1703 ed il 1714 su progetto di Andrea Tirali, che, per la pianta, si ispirò a Palazzo Zenobio di Venezia, ai Carmini, opera di Antonio Gaspari. Già attribuito a Longhena e alla scuola di Vincenzo Scamozzi, pare che fosse dotato di un giardino già nel Settecento, in fondo al quale era sistemato un casino adibito a foresteria, del quale si conserva ancora un elegante portale barocco. Dal 2011 il palazzo ospita il Museo di Zoologia Adriatica “Giuseppe Olivi”. (1)

Giardino Botanico I sette habitat ricostruiti ripropongono, rispettando anche lo stesso orientamento est-ovest, la sequenza delle tipologie di ambienti che si possono riconoscere in un ipotetico percorso che conduca dal mare alla laguna. Partendo da est si trovano: la spiaggia e le dune, con le tipiche piante pioniere; il bosco termofilo, che si insedia tipicamente su antichi cordoni di dune; gli orti, creati sottraendo spazio ai boschi litoranei e spianando le dune; l’incolto, proprio di vecchi orti abbandonati a seguito dell’urbanizzazione; il bosco igrofilo, che si sviluppa dove la falda è alimentata dalle acque dolci dei fiumi; il canneto, proprio dei margini fluviali e delle porzioni di laguna dove questi corsi d’acqua ancora giungono; la barena, tipica formazione dei margini lagunari. (2)

(1) da un cartello fuori del palazzo

(2) https://hylacoop.it/

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.