Campazzo Santa Marta, sul Rio dei Sechi

0
666
Campazzo Santa Marta, sul Rio dei Sechi - Dorsoduro

Campazzo Santa Marta, sul Rio dei Sechi

La vasta Sacca di Santa Marta venne realizzata con materiale di riporto nel 1828 e venne adibita ad esercitazioni militari (Campo di Marte). La nuova sacca portò alla creazione di due nuovi rii; il Rio de l’Arzere ad est, e il Rio dei Sechi a sud, il primo partiva dalla laguna e confluiva nel Rio delle Terese, il secondo si distaccava dal primo, all’altezza della Fondamenta de l’Arzere e confluiva in laguna. Nel 1883 su richiesta di alcune industrie, che nel frattempo erano sorte in quell’area, in particolare del Cotonificio Veneziano, la parte del rio del Rio dei Sechi verso la laguna veniva interrata, lasciando la parte rimanente senza sbocchi. Nel 1950 venne interrata anche questa parte. (1)

MARTE (Campo di) a Santa Maria Maggiore. Con le macerie e sozzure, e col limo scavato dai canali si aveva formato in questa situazione uno spazio solido e vasto, che raggiungeva il livello delle vicine contrade. Volendosi approfittare del medesimo per le militari evoluzioni, si diede mano ad accomodarlo all’uopo, e si aprì al pubblico il 31 agosto 1828 col titolo di Campo di Marte. (2)

(1) Cfr. La Pianta di Venezia di p. Vincenzo Maria Coronelli (1697) e la Pianta della città di Venezia di Ludovico Ughi (1729)

(2) GIUSEPPE TASSINI. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.