Rio Terà Barba Frutariol, sul Rio del Barba Frutariol

0
673
Rio Terà Barba Frutariol, sul Rio del Barba Frutariol - Cannaregio

Rio Terà Barba Frutariol, sul Rio del Barba Frutariol

Il Rio Terà Barba Frutariol venne realizzato nel 1818 mediante l’interramento del rio omonimo. Il Rio del Barba Frutariol partiva dal Rio de l’Acqua Dolce e con un percorso rettilineo, da ovest ad est, si immetteva nel Rio dei Santi Apostoli. Aveva due fondamente una andava dalla Calle del Squero alla Calle del Remer, l’altra, più piccola, sul lato sud-est del rio, andava dal Rielo del Barba Frutariol (ora Rio Terà dei Santi Apostoli) alla Calle del Forno, aveva inoltre un ponte in pietra, il Ponte del Barba Frutariol, che lo attraversava in prossimità della Calle del Spizier. (1)

BARBA FRUTTAROL (Rio terrà di) ai Santi Apostoli. Si legge in una cronaca citata dal Gallicciolli: H D. Angelo Partecipatio (chiamato anche Badoaro) teneva ragione et il foro a S. Apostoli, e teneva le barche armate là dietro a quel cantone che salta fuori verso il ponte; e la riva comune che in quel tempo riceveva le barche di Murano, Torcello, Mazorbo et Istria ora è il traghetto di Murano a S. Canziamo; e teneva questo suo palazzo fino al rio che ora si dice di Barba, e si chiamava Rio Baduario. Quasi delle medesime parole usa Nicolò Zeno (Dell’origine dei Barbari). Da ciò il Tentori ed altri arguirono che la voce Barba non sia altro che una corruzione di Baduario. Ma si deve osservare, che la cronaca citata dal Gallicciolli ed il Zeno non dicono che la voce Baduario si abbia convertito in Barba, ma soltanto che quel rivo, il quale un tempo si chiamava Baduario, si chiamò poscia del Barba. Inoltre, ammessa anche tale metamorfosi, come spiegare quell’aggiunto fruttarol ? Crediamo pertanto, che il Ponte di Barba Fruttarol (ora distrutto per esso il rivo sottoposto (ora interrato), abbiano preso il nome da un Barba, che qui esercitò il mestiere del fruttaiolo. Anche il Ponte del Bonomo (poscia delle Pignatte, in Calle dei Fabbri a San Luca, si denominò da un Bonomo di Bonomo fruttajuolo. E lo stesso avvenne, come dimostreremo, della Calle del Passamonte ai Tre Ponti, nonché della Calle e Ponte Zancana a San Marziale. Né solo dai fruttaioli, ma dagli esercenti altri mestieri più vili e plebei dipendono, come vedremo, molte denominazioni stradali di Venezia.

Nel 1620 Almorò Michiel q. Polo miseramente annegava in Rio di Barba Fruttarol, ritornando di sera alla propria abitazione. (2)

(1) Cfr. La Pianta di Venezia di p. Vincenzo Maria Coronelli (1697) e la Pianta della città di Venezia di Ludovico Ughi (1729)

(2) GIUSEPPE TASSINI. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.