Ponte de le Erbe, sul Rio de la Panada

0
1031
Ponte de le Erbe, sul Rio de la Panada - Cannaregio

Ponte de le Erbe, sul Rio de la Panada. Fondamenta de le Erbe – Calle de le Erbe

Ponte in pietra; struttura in mattoni e pietre, balaustre in ferro ad arabeschi.

ERBE (Campazio delle) a Castello. Era veramente chiamato Campiello dell’Erba, e la Descrizione della contrada di San Pietro di Castello per il 1712, parlando di questo sito, fa la seguente annotazione: Il terren di detto campiello viene asserito dai vicini essere stato una volta un orto. Anche a Santa Sofia, non lungi dalla Ruga dei due Pozzi, vi è un Campo dell’Erbe, che dà il nome alle prossime località, e che pur esso si chiamava un tempo Campo dell’Erba. Se ne trova un cenno nel libro Mercurius: 1570 3 Julii. Sia messo un posto da vender vin al menuto in S. Sofia, in Campo dell’Erba, al ponte de legno per andar a S. Catterina. E nel codice Cicogna 2454 abbiamo che nel 1662, in Campo dell’Erba a S. Sofia, venne rapita una donna al di lei amante, mentre ambedue ritornavano dal ballo del Residente di Mantova. Tali strati erbiferi erano frequentissimi nei primi tempi in Venezia, e benché dipendessero dalla lentezza nel fabbricare, venivano talvolta appositamente lasciati nella loro primitiva condizione per pascere i cavalli, e l’altro bestiame.

Una Fondamenta, un Ponte, ed una Calle delle Erbe abbiamo pure a Santa Marina, le quali strade, unitamente alla Fondamenta delle Erbe a San Polo, ed al Sottoportico e Calle delle Erbe alla Giudecca, desunsero il nome da una circostanza diversa, cioè dagli stazzi d’erbaggi che colà si trovavano nel secolo decorso.

Appiedi del Ponte delle Erbe a Santa Marina sorge il palazzo Pisani, di stile archiacuto, più volte rammentato, per le feste che vi si tenevano, nei Diari del Sanuto, e, sul finire della Fondamenta, il palazzo archiacuto originariamente Soranzo, indi Sanuto, ed ora Vanaxel. (1)

(1) GIUSEPPE TASSINI. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.