Ponte Noris, sul Rio de Cà Widmann

0
832
Ponte Noris, sul Rio de Cà Widmann - Cannaregio

Ponte Noris, sul Rio de Cà Widmann. Calle Noris – Calle Bandi

Ponte in ferro; struttura in ferro, balaustre in ferro.

NORIS (Ponte, Calle, Ramo Calle) in Birri a San Canciano. Matteo Noris et fratelli q. s. Zan Dona traslatarono in propria ditta il 30 marzo 1589 da quella di M. Battista Morosini Proc.r una casa in S Cancian, in Biri, al Ponte de legno, pervenuta in lori in virtù d’istrumento de compreda, fatto nelli atti de s. Giacomo Chiodo Nodaro Veneto sotto 3 mano 1589. Troviamo che Matteo Moris q. Zandonà era telariol alla Torre sotto il fontego di Thodeschi. Egli è quel Matteo Noris che, insieme al fratello G. Battista, dopo ventisei anni di soggiorno nella nostra città, ebbe il privilegio di cittadinanza Veneziana de intus et extra il 29 luglio 1581, e quegli pure che costruì una tomba in chiesa dei Miracoli con l’iscrizione: Mathaeus De Noris et Frates Sibi Posebris q. Suis 1581. Il Codice CCCLI, Classe VII della Marciana, riportando la surriferita iscrizione, dice che questa famiglia Nores, o Noris, venne da Cipro, e che attendeva alla mercatura. Matteo Noris morì il 3 gennaio 1598. Si rileva dagli Estimi che anche nel 1661, 1712 e 1740 la casa in Birri, al Ponte Noris, veniva dai Noris posseduta, ma che i proprietari della medesima domiciliavano allora in Bergamo. E fu in Bergamo che Nicolin Noris la lasciò più tardi per testamento alla famiglia Piatti. In effetto vediamo che il 30 agosto 1778 il Nob. Sig.r Alessandro Piatti q. Gio. Giacomo fece passare in suo nome da quello di Nicolin Noris q. Alessandro una casa al Ponte de Noris per andar in Biri, ed altre in Venezia, in esso pervenute per il testamento del q. sud. Nicolin Noris 2 luglio 1778, atti D. Vincenzo Ghisleri Nod. di Bergamo.

Presso il Ponte Noris esiste tuttora un ospizio per povere donne, fondato da Francesco Bandi con testamento 17 maggio 1421. Francesco Bandi, da San Canciano, appartenente ad una di quelle famiglie che nel secolo XIV vennero a Venezia da Luca col setificio, era figlio di Bando, ed il 25 maggio 1384 aveva ottenuto un privilegio di cittadinanza Veneziana. (1)

(1) GIUSEPPE TASSINI. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.