La famiglia Lin

0
3633
Riello, 447 (Cannaregio) - Stemma Lin

La famiglia Lin

Ebbe origine questa famiglia da Girolamo Lin (o Lino) che venne da una valle del Bergamasco a Venezia povero fanciullo, e servì come garzone nella bottega di droghe a piedi del ponte di Rialto, all’insegna dell’Angelo, di proprietà di Gaspare Lucca, il quale venne aggregato alla veneta nobiltà durante la guerra di Candia. Girolamo Lin rimase direttore dello stesso negozio, e tenne l’azienda per molti anni a nome del suo principale con molta onestà ed abilità.

Finalmente avendolo acquistato a pronta cassa dagli eredi di Gaspare Lucca, rimase assoluto proprietario di tutto, e seguitando a negoziare con mirabile fortuna, si risolse di domandare il patriziato veneto mediante la solita offerta, che venne accettata il 12 aprile dell’anno 1685, e fu ascritto alla veneta nobiltà. (1)

La famiglia Lin, nel 1691, acquistò dagli eredi di Pietro Liberi un palazzo sul Canal Grande in contrada di San Samuele, il palazzo noto come il “palazzo dalle tredici finestre” (per la serie ininterrotta di tredici finestre per ogni piano), venne eretto nel 1670, mediante la ristrutturazione di due palazzi preesistenti. La famiglia Lin aggiunse al suddetto palazzo il piano superiore di ordine corinzio. Quindi lo ereditarono i Moro, in virtù del matrimonio, successo nel 1748, fra Gasparo Moro ed Isabetta Lin, i quali perciò si fecero chiamare Moro-Lin o Morolin

Lo stemma gentilizio della famiglia Lin, secondo la descrizione data dal Freschot, era: “campo con fascia d’argento, il capo azzurro caricato con una stella d’oro, e la punta che è verde con una mano, che tiene il pollice e l’indice alzati”. (2)

(1) Fulcio Miari. Il nuovo patriziato veneto. Tipografia Fratelli Visentini. Venezia 1891

(2) Casimiro Frescot. La Nobiltà Veneta ossia Tutte le Famiglie Patrizie con le figure de suoi Scudi e Arme. Venezia 1707

Dall’alto in basso, da sinistra a destra: Calle del Fontego del Curame, 967 (San Polo) – Calle Lezze, 3273 (San Marco) – Campo San Stin, 2504 (San Polo) – Riello, 447 (Cannaregio) – Riello, 447 (Cannaregio) – Calle dei Stagneri, 5193 (San Marco) – Rio de San Polo, 2672 (San Polo) – Calle Lezze, 3275 (San Marco) – Crosera, 3822 (Castello) – Calesele Castel Cimesin, 274 (San Marco) – Campo San Stin, 2395 (San Polo) – Calle de la Testa, 6215 (Cannaregio)

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.