Pozzo nella corte (verso la libreria) del Monastero di San Nicola da Tolentino IUAV, nel Sestiere di Santa Croce

0
1438
Pozzo nella corte (verso la libreria) del Monastero di San Nicola da Tolentino IUAV, nel Sestiere di Santa Croce

Pozzo nella corte (verso la libreria) del Monastero di San Nicola da Tolentino IUAV, nel Sestiere di Santa Croce

Vera: in pietra d’Istria di forma cilindrica con una cornice ottagonale con otto archi. Base: quadrata. Copertura: lastra metallica piana. (1)

Convento di San Nicola da Tolentino. Un pio sodalizio sotto l’invocazione di San Nicola confessore, detto da Tolentino, aveva il proprio altare sotto i chiostri di San Stefano protomartire: ma, per alcune questioni ivi insorte, nel 1498 si eresse in questo luogo un oratorio da tal santo intitolato.

Avvenne poi, che, a cagione del sacco di Roma fatto dall’esercito di Carlo V, l’istituto dei chierici regolari, fondato in Roma nel 1524 da Gaetano di Tiene e da Giovanni Pietro Caraffa, poi papa Paolo IV, dovesse di là partire. E siccome Venezia fu sempre ospite benigna ai poveri profughi, cosi quella religiosa famiglia fu accolta da prima nell’ospitale degli Incurabili e poi pose sua stanza nel detto oratorio di San Nicola da Tolentino.

Ma nel 1591 col disegno di Vincenzo Scamozzi si cominciò a fabbricare il grandioso monastero dei chierici regolari Teatini, da loro abitato fino alla soppressione religiosa del 1810. (2)

(1) ConoscereVenezia

(2) Bernardo e Gaetano Combatti. Nuova planimetria della città di Venezia. (VENEZIA, 1846 Coi tipi di Pietro Naratovich).

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.