Statue sul muro di cinta del Seminario Patriarcale

0
1819
San Giovanni Battista. Statua sul muro di cinta del Seminario Patriarcale. Sestiere di Dorsoduro

Statue sul muro di cinta del Seminario Patriarcale

Sul muro, che congiunge il Seminario alla basilica della Salute, si notano quattro statue, di Orazio Marinali (sec. XVIII), già sull’altare maggiore della soppressa Chiesa delle Vergini (Castello) e il Salvatore opera probabile di Giulio Dal Moro. (1)

Seminario Patriarcale. Alla cura della Basilica della Salute  il Senato destinò i padri della Congregazione di Somasca, i quali posero ogni studio, perché la casa loro corrispondesse alla splendidezza della chiesa, e decorasse insieme il gran Canale, il Longhena ne diede il disegno: e nel giorno 17 febbraio 1670 il patriarca Gian Francesco Morosini pose la prima pietra. Ricca libreria avevano i Somaschi, ricordata tra le celebri dal Coronelli, la quale andò dispersa nella soppressione dei contenti del 1810.

Rimasto vuoto allora si bello ed ampio locale, il patriarca Milesi l’ottenne da Francesco I imperatore d’Austria, per collocarvi in esso il diocesano Seminario. Era esso in San Cipriano di Murano; e di là nel 1847 fu  trasferito, ove con molto amore il clero Veneziano viene educato alla pietà, alle sacre scienze ed alle lettere amene, uno dei migliori e più sodi istituti di educazione delle nostre provincie.  (2)

(1) Giulio Lorenzetti. Venezia e il suo Estuario. (PADOVA, 1977 Edizioni Lint).

(2) Bernardo e Gaetano Combatti. Nuova planimetria della città di Venezia. (VENEZIA, 1846 Coi tipi di Pietro Naratovich).

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.