San Vincenzo de Paoli, statuetta nel tabernacolo (capitèło) nel Sotoportego di Fondamenta Condulmer, nel Sestiere di Santa Croce

0
1310
San Vincenzo de Paoli, statuetta nel tabernacolo (capitèło) nel Sotoportego di Fondamenta Condulmer

San Vincenzo de Paoli, statuetta nel tabernacolo (capitèło) nel Sotoportego di Fondamenta Condulmer, nel Sestiere di Santa Croce

Capitello in muratura del tipo a nicchia. All’interno della nicchia è collocato una statuetta in gesso di San Vincenzo de Paoli con dei bambini. Sotto la nicchia è incisa la scritta: “S.VINCENZO DE PAOLI”. (1)

Nato a Pouy in Guascogna il 24 aprile 1581, fu ordinato sacerdote a 19 anni. Nel 1605 mentre viaggiava da Marsiglia a Narbona fu fatto prigioniero dai pirati turchi e venduto come schiavo a Tunisi. Venne liberato dal suo stesso «padrone», che convertì. Da questa esperienza nacque in lui il desiderio di recare sollievo materiale e spirituale ai galeotti. Nel 1612 diventò parroco nei pressi di Parigi.

Alla sua scuola si formarono sacerdoti, religiosi e laici che furono gli animatori della Chiesa di Francia, e la sua voce si rese interprete dei diritti degli umili presso i potenti. Promosse una forma semplice e popolare di evangelizzazione. Fondò i Preti della Missione (Lazzaristi) e insieme a santa Luisa de Marillac, le Figlie della Carità (1633). Per lui la regina di Francia inventò il Ministero della Carità. E da insolito «ministro» organizzò gli aiuti ai poveri su scala nazionale. Morì a Parigi il 27 settembre 1660 e fu canonizzato nel 1737. (2)

(1) ConoscereVenezia

(2) https://www.santiebeati.it/dettaglio/24600

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.