Arcangelo Michele, bassorilievo di Calle de Mandola

0
232
Arcangelo Michele, bassorilievo di Calle de Mandola - San Marco

Arcangelo Michele, bassorilievo di Calle de Mandola

Calle de la Mandola. Già abbiamo detto che, per investigazioni fatte, non ci è riuscito ritrovare l’ origine di questa denominazione; le mandole, specie di chitarrini, furono strumento volgare appresso gli antichi, e si potrebbe congetturare che dai fabbricatori o suonatori di esse avesse tratto questa calle suo nome. Anticamente si usavano di frequenti e belle serenate nella nostra città; ma le ipotesi non sono fatti.

Calle de la Cortesia. Così pure di questa. Nondimeno vogliamo osservare come trai molti nomi che tolsero in amico gli ascritti alla famosa compagnia della Calza ci fosse pur quello dei Cortesi. E noto che essi costumassero accogliersi nelle case or dell’uno ed ora dell’altro dei loro, ed ivi bagordare, in occasione di nozze, recitar commedie, in somma celebrare alcuno dei rari, o tutti ancora i molti riti del loro sollazzevole istituto. Se fosse lecito sospettare che queste liete brigate si raccogliessero in qualche casa di questa calle, più spesso e più frequenti che altrove, avrebbe grandissima specie di verità la congettura che da esse la calle, il campiello ed il ramo pigliassero nome. (1)

(1) BERNARDO e GAETANO COMBATTI. Nuova planimetria della città di Venezia. (VENEZIA, 1846 Coi tipi di Pietro Naratovich).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.