Ponte San Cristoforo sul Rio de le Toresele

0
850
Ponte San Cristoforo sul Rio de le Toresele - Dorsoduro

Ponte San Cristoforo sul Rio de le Toresele. Campiello Barbaro – Calle San Cristoforo

Ponte in pietra; struttura in mattoni e pietre, balaustre in mattoni.

SAN CRISTOFORO (Calle, Ramo, Ponte) a San Vito. Da una statuetta di San Cristoforo che, ancora pochi anni fa, si scorgeva collocata sopra una antica porta otturata. La denominazione è altrove ripetuta.

DARIO (Sottoportico e Corte) al Gesù e Maria. Molti stabili erano qui posseduti, secondo gli Estimi del secolo trascorso, da un ramo della cittadinesca famiglia Dario, la quale aveva la sua casa da statio, respiciente col prospetto il rivo della Croce. Questa famiglia venne dalla Dalmazia, e fino dal secolo XV fu celebre per un Giovanni, segretario del Senato, che sostenne le veci di bailo a Costantinopoli, e nel 1479 ratificò il trattato di pace col Turco, perciò ricevette in dono dalla Repubblica una possessione in Noventa Padovana, e dal sultano tre vesti di drappo d’oro. Egli fabbricò, od almeno rinnovò il palazzo a San Gregorio, che porta sulla base l’iscrizione: Genio Urbis Joannes Darius, e che poi venne posseduto dai Barbaro, per cui Campiello Barbaro si denomina una prossima via. I Dario fioriscono tuttora con l’aggiunto Paolucci, avendo un Camillo Dario sposato nel 1766 una Maria Gioseffa Paolucci, e dato cagione che la facoltà dei Paolucci passassero nella propria famiglia. (1)

(1) GIUSEPPE TASSINI. Curiosità Veneziane ovvero Origini delle denominazioni stradali di Venezia. (VENEZIA, Tipografia Grimaldo. 1872).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.