Il Giardino di Palazzo Scarpa, ora Hotel Sant’Antonin, a Sant’Antonin

0
1972
Il Giardino di Palazzo Scarpa, ora Hotel Sant'Antonin, a Sant'Antonin - Castello

Il Giardino di Palazzo Scarpa, ora Hotel Sant’Antonin, a Sant’Antonin

Il Palazzo sorge all’inizio del ‘500 come fondaco di qualche sconosciuto mercante con interessi legati all’oriente. Siamo nel quartiere dei “Greci” dove gli scampati alla conquista di Costantinopoli a metà del ‘400 si riuniscono in comunità acquistando in seguito spazi dove edificare le loro case, la Chiesa dedicata a San Giorgio e in seguito la contigua Scuola di San Nicolò.

Nei due secoli successivi diversi proprietari ne modificano l’aspetto, scompaiono le modeste abitazioni che lo circondano (visibili nella pianta del De Barbari) e si crea un grande giardino. Nella seconda metà del 1800 il complesso viene acquistato dal Cap. Napoleone Scarpa, nonno dell’attuale proprietario, che dopo un profondo restauro terminato nel 1889 lo elegge a dimora della sua numerosa famiglia.

Il Capitano Scarpa fu uno degli ultimi armatori della Marineria Veneta a vela. Ultimo dei romantici cessò la propria attività sul mare quando la predominanza della spinta a motore decretò la fine di quell’andar per mare governato dall’incostanza dei venti e alimentato dalla poesia dell’avventura. Ritrovatosi a terra, ancora in piena maturità, si dedicò ad attività mercantili intessendo rapporti d’affari con clienti e fornitori dai porti del Mediterraneo a quelli della sponda orientale dell’Adriatico. Per la sua capacità commerciale unita a una grande lealtà si trovò ben presto a far parte della media borghesia veneziana; furono questi schietti principi di laboriosità e onestà che gli consentirono anche di contribuire con spirito filantropico al progresso della Città e al benessere dei suoi concittadini. (1)

(1) http://www.hotelsantantonin.com/

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Pubblicazione riservata. Non è consentita nessuna riproduzione, con qualunque mezzo, senza l'autorizzazione scritta del detentore del copyright.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.