Colonne di San Marco e San Todaro

0
663
Colonne di San Marco e San Todaro - Molo di San Marco

Colonne di San Marco e San Todaro

Per osservare gli altri monumenti onde è bella la Piazzetta cominceremo dalle due immani colonne di granito orientale erette verso il mare, rossiccia l’una e l’altra cinerea. Sorge su quella statua di San Teodoro e sull’altra il Leone di San Marco. La statua di San Teodoro fu collocata nel 1329 e l’alato Leone di bronzo presenta la nobile maniera di modellare del secolo XVI per cui solleticati vennero i Francesi vittoriosi a tradurlo a Parigi nel 1797. Riconquistato nondimeno dalle potenze alleate nel 1814 fu qui rimesso nel 1815 per la munificenza di S. M. Francesco I che il volle all’antica sede riposto.

Erano tre le colonne al momento che Domenico Michiel reduce dalla Soria (anno 1115) e dalle gesta dell’Arcipelago le trasportava in Venezia insieme a tanti altri capi d’arte di che aveva spogliato il greco impero. Ma nel tirarle a terra cadde in acqua una di esse, nè vi furono tentativi che bastassero a salvarla. E lungo tempo stettero le altre due stese a terra non trovandosi persona atta ad innalzarle finché riuscì a Nicolò Barattieri, valente meccanico lombardo, di drizzarle (an. 1180), per cui ebbe non solo onesto premio, ma ottenne anche il privilegio che nello spazio ad esse interposto si lasciasse libertà al popolo di trattenersi in giochi altrove proibiti. Dal che e dal nome di chi procacciava quello strano privilegio si vuole che derivasse il vocabolo di barattieri ai truffatori, ai ladroncelli.

Sotto la reggenza di Andrea Gritti fu rimossa (an. 1529) quella franchigia, e l’indegnità delle botteghe posticce che per oltre quattro secoli occuparono un tal luogo impedendo la veduta del canal grande. Non si è nondimeno levato il costume della giustizia fatta ai rei tra questo colonne (giustizia che dapprima soleva farsi a San Giovanni in Bragora) se non sotto l’attuale dominio in cui viene esercitata a San Francesco della Vigna. (1)

(1) ERMOLAO PAOLETTI. Il fiore di Venezia Vol II. Venezia Tommaso Fontana Tipografo 1839

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.