Torre dell’Orologio

0
386
Torre dell'Orologio - Piazza San Marco

Torre dell’Orologio.

Succede alle procuratie vecchie questa magnifica torre eretta nel 1496 per opera di Pietro Lombardo. Tutta investita di greci marmi, alta piedi 87, larga 18 offre dapprima un maestoso porticato a fornisce con colonne e pilastri corintii. Uno sopra l’altro seguono poi altri tre ordini corintìi. Il primo porta un aureo azzurra quadrante magnifico che segna le ore, le fasi lunari ed il zodiaco; sporge nel secondo una loggia semicircolare, ove in mezzo di elegante tabernacolo è riposta la statua aurata di Maria Vergine a cui girano dinanzi in certi dì solenni i tre Re preceduti dall’Angelo colla tromba meccanismo connesso all’orologio; nell’ultimo ordine finalmente vi è una loggia quadrata che corona l’edificio e nel cui centro si alza l’ampia campana con due colossali figure di bronzo chiamate i Mori, che coi martelli battono le ore.

Due fabbriche ai fianchi della torre, che formano ala e servono ad uso di abitazioni, vennero eseguite posteriormente ad essa forse dal medesimo architetto. Nel 1757 si è restaurato però la torre dall’architetto Andrea Camerata; si è rinnovata la macchina dell’orologio dal celebre meccanico Bartolomeo Ferracina, e nei quattro vani sulla piazza si posero quelle otto colonne a correggerne la soverchia ampiezza con più ristretti intercolunni. Le quali colonne, come inutili, ebbero le beffe del p. Carlo Lodoli architetto nemico di ogni superfluità, e che a forza di rimuovere gli abbellimenti dalle fabbriche voleva tornare gli uomini ad abitar le capanne forse. (1)

(1) ERMOLAO PAOLETTI. Il fiore di Venezia Vol II. Venezia Tommaso Fontana Tipografo 1839

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.