Angelo, altorilievo sul Ponte di Rialto, verso la Riva del Vin

0
172
Angelo, altorilievo sul Ponte di Rialto, verso la Riva del Vin - San Polo

Angelo, altorilievo sul Ponte di Rialto, verso la Riva del Vin

Ponte di Rialto. La luce dell’arco di questo ponte è di piedi veneti 83, la lunghezza sul dorso, di piedi 66, l’altezza, sopra il pelo comune dell’acqua, di piedi 21, e la grossezza di piedi 4. La larghezza è scompartita in cinque spazi, cioè in tre strade e due ordini di botteghe. La via più ampia e quella di mezzo (larga piedi veneti 20); le due minori sui lati verso il canale (piedi veneti 10 ciascuna); la larghezza delle botteghe che sono 24, è di piedi 12, sei per parte si nello accendere che nel discendere. Nel mezzo del ponte si innalzano due archi che congiungono le testate delle botteghe, con pilastri alla dorica, sopraornato e frontoni che torreggiano loro sopra. Un maestoso cornicione vi corre sopra ambedue i lati del ponte e una magnifica balaustrata fa sponda alle suddette due vie minori. Sulle cosce dell’arco vi sono da un lato Nostra Donna in mezzo rilievo e dall’altro l’Angelo, e nel serraglio la Colomba, i quali accennano il mistero della incarnazione. Alla parte opposta sono le figure dei Santi Marco e Teodoro, protettori della città, esse pure in bassorilievo, dello scalpello di Girolamo Campagna. Tutta la macchina di questo ponte è di pietra d’Istria, e fu condotta a termine nello spazio di tre anni.

Il Gallicciolli comincia la storia di questo ponte dal primo disegno che sembra averne fatto nel 1173 maestro de Starattoni lombardo. Verso la fine del 1500 la Repubblica pensò di erigerlo in pietra, e invitò i principali architetti a darne il disegno. Fu prescelto quello di Antonio Da Ponte. L’epoca precisa della erezione si ha dalla seguente epigrafe scolpita sul ponte stesso: Paschale Ciconia Venetiorum duce anno Christi MDXCI. (1)

(1) BERNARDO e GAETANO COMBATTI. Nuova planimetria della città di Venezia. (VENEZIA, 1846 Coi tipi di Pietro Naratovich).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.