Indice dei cippi porta pennoni di Venezia e delle isole del suo estuario

0
206

L’abàte de campo è un pilastro di pietra rettangolare, a cui si appoggiavano un giorno gli stendardi delle scuole, e ora che non ne sussiste più l’uso, serve a sostegno della croce per avviso della morte di qualche confratello. Benché molti si siano levati, ne restano pur parecchi sparsi per la città, presso le scuole di San Marco e dei Carmini, e l’arciconfraternita di San Rocco, e accanto alla chiesa dei Frari, che era della scuola della Passione. L’abate era piantato d’ordinario ove terminava il portico delle chiese. In alcuni campi sussistono colle antenne dipinte in rosso, per ricordo che ivi era un tempo qualche pubblica residenza: uso appreso dai veneziani a Costantinopoli. Se ne vedono nei campi dell’Arsenale e di San Nicolò dei Mendicoli, in quello di San Luca sussiste poi un abate con antenna e vessillo, che è monumento di storia, perché ritiene scolpiti l’anno 1510, epoca della congiura di Bajamonte, e gli stemmi delle scuole di San Marco, di Santa Maria della Carità, e di San Luca, accorse allora in difesa. GIANJAGOPO FONTANA. Manuale ad uso del forestiere in Venezia. VENEZIA, coi tipi di Giovanni Cecchini 1847

Rio Terà o Via Garibaldi
Cippo porta pennone di Rio Terà o Via Garibaldi

SESTIERE DI CASTELLO

Isola di Sant’Elena

SESTIERE DI SAN MARCO

SESTIERE DI CANNAREGIO

SESTIERE DI SANTA CROCE

SESTIERE DI SAN POLO

SESTIERE DI DORSODURO

Isola di San Giorgio

Isola della Giudecca

ISOLA DEL LIDO

Malamocco

ISOLA DI MURANO

ISOLA DI BURANO

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.