Il Parco, l’Uliveto e l’Orto di Sacca Sessola, ora JW Marriott Venice Resort

0
93
Il Parco, l'Uliveto e l'Orto di Sacca Sessola, ora JW Marriott Venice Resort

Il Parco, l’Uliveto e l’Orto di Sacca Sessola, ora JW Marriott Venice Resort

Genesi e storia dell’isola Sacca Sessola, chiamata anche “Isola delle Rose”, è un’isola artificiale, realizzata nel 1870 nella parte meridionale della laguna di Venezia, con il materiale degli scavi effettuati per il porto commerciale di Santa Marta. Il toponimo deriva dal sostantivo “sacca”, che significa proprio isola artificiale e dalla parola “sessola”, tipico strumento veneziano per l’eliminazione dell’acqua dalle imbarcazioni, di cui l’isola richiama la forma. L’isola viene in un primo periodo destinata a deposito di combustibili e quindi convertita, tra la fine dell’800 e l’inizio del 900, ad uso ospedaliero, per ricoverare i malati contagiosi. Estese aree sono sistemate per le attività agricole destinate all’approvvigionamento alimentare, con orti e vigneti.

Dopo l’epidemia di colera del 1911, viene realizzato un sanatorio (l’Ospedale di San Marco) per la cura della tubercolosi polmonare. In seguito, l’area si trasforma con la progressiva edificazione di padiglioni, servizi e strutture e, attorno ad essi, un grande parco.

La dismissione delle attività ospedaliere avviene nel 1979 e da quel momento inizia un processo di abbandono di locali e spazi esterni. Ma l’abbandono, se per i manufatti è sinonimo di degrado, per i processi di crescita e rigenerazione naturale è un fattore di potente accelerazione.

L’area diviene di proprietà comunale e in seguito ceduta a soggetti privati interessati a ristrutturare gli edifici esistenti per convertirli in attività ricettive. Negli anni recenti è rilevata dal Gruppo Marriot che nel 2015, a seguito del progetto di recupero architettonico firmato dallo studio Matteo Thun e caratterizzato dalla strategia “box in the box”, ovvero inserimento di nuovi volumi all’interno dei paramenti esistenti, apre un nuovo albergo di lusso. (1)

Il parco Un secolo e mezzo di verde. L’Isola di Sacca Sessola (o Isola delle Rose), nata appena nel 1870, è un’oasi naturale di pace e silenzio. Grazie alla posizione tra laguna e mare, e grazie alle correnti marine che generano un particolare microclima mite e fresco, l’isola vanta un patrimonio di piante, unico in tutta Venezia. Sulla distesa di 16 ettari, e soprattutto nel parco di 12 ettari che abbraccia il resort, crescono ulivi, palme, salici, tigli, larici, magnolie, pini, ippocastani e cedri atlantici, su cui fanno il punto gli uccelli migratori.(2)

(1) https://www.wearch.eu/2123-2/

(2) https://www.jwvenice.com/it/isola/natura.html

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.