Francesco Veniero. Doge LXXXI. Anni 1554-1556

0
39

Francesco Veniero. Doge LXXXI. Anni 1554-1556

Il dì 1l giugno 1554, si eleggeva a nuovo doge Francesco Veniero, che contava il sessantesimo quarto anno d’ età. Resse egli lo scettro ventitré mesi e pochi giorni, giacché moriva il 2 giugno 1556. La Repubblica continuava a godere profonda pace; sicché il Veniero fu testimonio ozioso delle grandi rivoluzioni d’Europa, della rinunzia di Carlo V in favore di Filippo II, e della nuova guerra mossa da papa Paolo IV. In mezzo ai più attivi maneggi d’Italia, riuscì a Francesco di far dimenticare la sua Repubblica durante il saggio e politico suo governo. Accolse egli splendidamente e diede stanza ospitale a Bona Sforza, figlia del già duca di Milano Gian Galeazzo e vedova del re Sigismondo di Polonia, la quale passava per Venezia recandosi a vivere nel suo ducato di Bari.

Bernardino Loredano gli tessé l’elogio funebre, e la sua salma veniva poi tumulata nel tempio del Santissimo Salvatore, ove suo fratello Pietro gli eresse splendidissimo monumento.

Al suo tempo si crearono li tre Provveditori sopra luoghi incolti, affinché promovessero, con l’agricoltura dei beni abbandonati, all’abbondanza di biade: magistrato cui diede occasione d’instituire la carestia, che unitamente alla peste, desolò la città nel 1550.

Il breve apposto al ritratto del Veniero, dice, con qualche varietà dal Sansovino e dal Palazzi, i quali scrivono in vece di Pietatis, ac Justitiue, che qui si legge: Religionis, ac Prudentiae.

BIENIVM MAGNA ANIMORVM PROPENSIONE CVM IN PRINCIPATV VIXERIM, NON SINE
ABSOLVTA PIETATIS, AC IVSTITIAE LAVDE, BONAM SFORTIAM ATQVE ARAGONIAM POLONIAE
REGINAM IN ITALIAM ADVENTANTEM, NVLLO NON HONORIS GENERE EXCEPI. (1)

(1) Il Palazzo Ducale di Venezia Volume IV. Francesco Zanotto. Venezia MDCCCLXI

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.