Tributo ad un artista di strada

0
164

Per le sue opere usa colori diversi dai toni accesi, ma preferisce il rosa e il blue, usa pezzi di legno di recupero, perle di conteria, specchietti e corde. È conosciuto per aver decorato una vecchia edicola in disuso, che stava fino all’agosto scorso all’inizio di Via Garibaldi, l’aveva tutta abbellita con una serie di opere dedicate ai 7 partigiani fucilati nel 1944 nella vicina riva. Il suo nome mi è sconosciuto. I suoi lavori ingentiliscono porte e portoni sparsi in giro per la città: in Corte Delfina, in Calle Gritti a Santa Maria del Giglio, nel Sotoportego de le Ancore, e nel Sotoportego di Piscina de Frezzaria.

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.