Scuola di Santa Maria e di San Gallo, riservata agli albanesi

0
97
Scuola di Santa Maria e di San Gallo, riservata agli albanesi - San Marco

Scuola di Santa Maria e di San Gallo, riservata agli albanesi. Scuola secolarizzata

Nell’anno 1497 la nuova sede della scuola, le casette e l'”hospedaletto” vengono fatti su un’area di proprietà della parrocchia, in emulazione di quanto avevano già fatto gli armeni per i loro aggregati. Era importante che quando “il Doge passerà di lì il giorno di San Vito” avesse a vedere questa scuola. Nel 1780 viene suggerito ai “lavoranti pistori” di unirsi alla scuola di Santa Maria e San Gallo i cui iscritti sono tutti pistori. (1)

Storia della scuola

Gli individui della nazione Albanese edificarono nel 1497 in questo silo una scuola, che nel 1532 ebbe una marmorea facciata, sopra la quale, oltre l’immagine dei santi titolari, cioè della Beata Vergine di San Gallo e di San Maurizio, si scorge scolpita la città di Scutari, capitale dell’Albania, colla memoria dell’assedio sofferto dai Turchi nel 1474. Negli ultimi tempi della Repubblica questa scuola si convertì
ad uso delle riduzioni dei Pistori (prestinai), del che faceva fede una lapide che, non sono molti anni, si scorgeva ancora nel selciato del Campo di San Maurizio colla scritta: loco dello stendardo della scola della b. vergine dei albanesi, ora dei pistori. (2)

(1) GASTONE VIO. Le Scuole Piccole nelle Venezia dei Dogi (2012).

(2) GIUSEPPE TASSINI. Edifici di Venezia. Distrutti o vòlti ad uso diverso da quello a cui furono in origine destinati. (Reale Tipografia Giovanni Cecchini. Venezia 1885).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.