Scuola dei mureri (muratori) sotto l’invocazione dei Santi Tomaso Apostolo e Magno Vescovo

0
132
Scuola dei Mureri - San Marco

Scuola dei mureri (muratori) sotto l’invocazione dei Santi Tomaso Apostolo e Magno Vescovo. Scuola secolarizzata

Questa scuola di mestiere riuniva, dal 1244, coloro che si occupavano di costruire opere di muratura. I braccianti giornalieri che lavoravano come manovali non erano considerati dell’arte e non potevano toccare la cazzuola. Nel 1773 quest’arte contava 362 addetti così suddivisi, 17 garzoni, 345 capimastri. Nell’anno 1664 vengono iscritti a questa scuola anche i pozzeri. (1)

Storia della scuola

Esisteva in quel punto ove la Salizzada di San Samuele si divide nella Salizzada Malipiero, e nella Calle delle Carozze. Aveva sul prospetto un bel basso rilievo dell’epoca Lombardesca con l’anno 1482, ora passato in terra straniera, e tuttora, sulla porta, reca, semicancellata, l’iscrizione: la scola dei mureri, mentre sull’alto scorgonsi squadre, martello, ed altri emblemi dell’arte. Dice il Sagredo (Sulle Consorterie dell’Arti Edificative in Venezia), che ai suoi tempi rimaneva ancora superstite il piccolo campanile merlato. Nell’interno l’altare era adorno da una tavola del Cima, ora conservata all’Accademia di Belle Arti, e rappresentante San Tomaso, e San Magno, patroni dell’arte dei Muratori. (2)

(1) GASTONE VIO. Le Scuole Piccole nelle Venezia dei Dogi (2012). Ed altre fonti

(2) GIUSEPPE TASSINI. Edifici di Venezia. Distrutti o vòlti ad uso diverso da quello a cui furono in origine destinati. (Reale Tipografia Giovanni Cecchini. Venezia 1885).

Print Friendly, PDF & Email

FOTO: Alfonso Bussolin. Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.